SEO Manager: chi è, cosa fa e perchè è fondamentale

Luca Isotta

Luca Isotta

Il SEO Manager è una figura fondamentale per la propria ditta, che deve quindi essere in grado di fronteggiare le diverse sfide che, periodicamente, vengono proposte dal web.
Approfondiamo ora che ruolo ha questa figura fondamentale per le diverse attività online e soprattutto come ricoprire tale ruolo senza fronteggiare potenziali complicanze.

Chi è quali sono i compiti del SEO Manager?

Il SEO Manager è una figura fondamentale per la propria azienda, specialmente nel momento in cui uno degli obiettivi che si vogliono raggiungere è rappresentato dal miglioramento del traffico sul proprio sito web proveniente dai motori di ricerca.

Il SEO Manager è una figura che si occupa di supervisionare il lavoro svolto dai seo specialist, quindi coloro che hanno il compito di produrre i diversi contenuti di una certa qualità.
Altra caratteristica fondamentale di questa figura lavorativa è data dalle sue competenze, ovvero quelle relative alla conoscenza delle strategie da applicare per effettuare attività di seo on page e off page.

SEO ON-Site & SEO Off-Site

I compiti principali che devono essere svolti da questa figura fondamentale riguardano ovviamente le strategie SEO, le quali possono essere on site e off site.

Per quanto riguarda il primo gruppo, in questo caso si fa riferimento a tutte quelle procedure che devono essere svolte all’interno del sito web, quindi ottimizzazione della pagina, creazione di nuovi contenuti, campagne marketing e altre operazioni che riguardano solo ed esclusivamente il sito.

I compiti del SEO Manager non si limitano però solo ed esclusivamente a queste mansioni.
Occorre anche parlare del fatto che il professionista in questione si occupa pure degli aspetti fuori dal sito web, quindi in questo caso si tratta della partecipazione a eventi promozionali per la propria azienda nonché alla creazione di una fitta rete di link building grazie alla quale è possibile incrementare la propria fama anche fuori dal contesto del web.

Svolgendo questi due compiti fondamentali, quindi, il SEO Manager permette a una piattaforma online di raggiungere gli scopi che sono stati prefissati.
Per esempio se il tuo scopo è quello di incrementare il traffico organico proveniente da determinati motori di ricerca, come Google o Bing o da altri, potrai riuscire nel tuo intento grazie a questa figura professionale.

Perché è importante il lavoro di un SEO Manager?

Il lavoro di SEO Manager è molto importante per la tua impresa, specialmente se prendi in considerazione il fatto che ogni contenuto viene realizzato con estrema precisione e cura nel dettaglio, offrendoti quindi la concreta opportunità di raggiungere una serie di importanti obiettivi.

La coordinazione dei diversi team che si occupa di realizzare gli svariati contenuti permette al SEO Manager di capire se questo modo di procedere adottato tende a essere completamente corretto oppure se vi sono degli aspetti che meritano un miglioramento.

Occorre precisare come il ruolo del professionista si deve focalizzare anche sulla ricerca di tutti gli elementi fondamentali per avviare una strategia che possa essere vincente e priva di eventuali errori. Pertanto occorre sottolineare come la supervisione di questa figura rappresenta un elemento molto importante che deve essere sempre presente e che garantisce un netto miglioramento di ogni tipo di strategia che si intende avviare.

Inoltre è proprio questa figura a stabilire quali sono i vari punti cardini che devono contraddistinguere la suddetta strategia, offrendo quindi la massima trasparenza e precisione, facendo quindi in modo che il successo possa essere raggiunto dalla propria ditta grazie a questo tipo di strategia adottata.

Qual è il guadagno medio di un SEO Manager?

Il guadagno medio di un SEO Manager è soggetto a diversi aspetti che influiscono direttamente sul suo compenso. In primo luogo è importante valutare che tipo di professionista si contatta. Per esempio una persona che lavora da diversi anni in questo ambito potrebbe richiedere una parcella per la lavorazione maggiore rispetto il nuovo responsabile che opera in questo campo.

Inoltre le sue competenze e le conoscenze che sono state acquisite nel corso della sua carriera possono rappresentare un costo aggiuntivo che rappresenta appunto un elemento identificativo del prezzo proposto da questo professionista. Subentra poi l’importanza e la difficoltà che vanno a contraddistinguere il lavoro che deve essere portato a termine.

Ogni professionista, già dal primo momento in cui gli viene commissionato un lavoro, sa esattamente quale sarà la somma di denaro che deve essere corrisposta, in base alle fasi di lavoro che devono essere affrontate e agli strumenti che verranno utilizzati.
Si parla anche della tariffa oraria e degli accorgimenti che vengono adattati affinché quel tipo di lavoro possa essere realizzato con estrema precisione.

Inoltre è importante sapere se il SEO Manager opera autonomamente oppure presso una web agency, che comporta dei costi extra per coloro che richiedono tale intervento.
Pertanto tutti questi elementi giocano un ruolo fondamentale nello stabilire il costo del lavoro e la parcella del professionista.

Occorre precisare come un SEO Manager guadagna mediamente uno stipendio compreso tra i duemila e i quattromila euro al mese e questo ovviamente in base alla mole di lavoro che deve essere svolta da parte della stessa figura professionale.

SEO Manager e SEO Specialist: ecco le principali differenze

Algoritmi Google, Formazione, Internet, SEO, SEO Manager e SEO Specialist: ecco le principali differenze

Il SEO Manager e il SEO Specialist sono due figure differenti che spesso vengono utilizzate come sinonimo e questo in quanto si suppone che entrambe svolgano il medesimo tipo di lavoro.

Il SEO Manager può essere definito come il responsabile che si occupa di gestire una serie di aspetti come il budget che deve essere investito per raggiungere un determinato scopo e permette di conoscere quali sono le diverse tipologie di mansioni che devono essere svolte.

Pertanto occorre prendere in considerazione il fatto che il SEO Specialist è invece colui che si occupa di svolgere tutte le diverse mansioni che permettono di realizzare quel contenuto, adottando quindi delle strategie fondamentali grazie alle quali è possibile portare a termine quel determinato tipo di lavoro.

Consulente SEO: quali sono le differenze con il SEO Manager?

Anche tra SEO Manager e il Consulente SEO esistono delle differenze che meritano di essere conosciute in maniera tale che non si faccia confusione tra queste due figure.
Se per il SEO Manager vale la stessa descrizione prima citata, il Consulente SEO è colui che mette a disposizione le sue conoscenze con il cliente che lo contatta, quindi questo professionista ha un rapporto maggiormente diretto con il cliente.

Occorre prendere in considerazione il fatto che grazie al Consulente SEO un cliente potrà capire come procedere affinché sia possibile portare a termine quella determinata mansione ed evitare errori di ogni genere.

Pertanto anche il Consulente SEO che opera in una web agency generalmente è un subordinato del Manager SEO, che grazie alle sue competenze sarà in grado di offrire delle direttive specifiche a questa figura, che deve avere un rapporto costante con i clienti.

Come diventare SEO Manager: step fondamentali da compiere

Algoritmi Google, Formazione, Internet, SEO, Come diventare SEO Manager: step fondamentali da compiere

Per diventare SEO Manager occorre, per prima cosa, che tu inizi a documentarti sul mondo del web e sulla creazione dei diversi contenuti che devono essere inseriti online.

Occorre precisare, in questo caso, come assuma la massima importanza anche cercare di valutare la frequentazione dei corsi specializzati in tale materia e quelli che permettono di ottenere diverse specializzazioni, fondamentali in questo mondo.

Bisogna inoltre prendere in considerazione anche un altro aspetto chiave, ovvero iniziare a fare carriera come Consulente SEO per poi diventare specialista, grazie ai riconoscimenti, ai corsi e alle diverse lavorazioni svolte, in maniera tale che si possa essere notati e quindi possa iniziare la propria carriera verso i vertici di questo ruolo.

Inoltre, la passione per il mondo informatico, le conoscenze nel campo della programmazione e diverse altre specializzazioni rappresentano un elemento fondamentale grazie al quale è possibile ambire a tale posizione, evitando quindi di rimanere ancorati sempre al medesimo ruolo senza alcuno sbocco.

Lascia un commento