Cos’è un link e la sua utilità nel web

I link sono la spina dorsale del web.

La rete è un’entità così ampia che è difficile identificarla in precise definizioni, anche descrivere cos’è Internet non è semplice. Riferirsi ai link come la spina dorsale del web, significa immaginare la rete come un essere vivente i collegamenti come la colonna portante dello stesso o quantomeno il sistema nervoso centrale. I link valorizzano Internet in tantissime forme, fondamentali per una corretta esperienza dell’utente. I link possono essere un metodo di navigazione primario, fonte di citazioni e di informazioni, di promozione, una call-to-action, un approfondimento e tanto altro ancora.

Cosa sono i link: collegamenti ipertestuali

Simbolo del linkI collegamenti ipertestuali, per convenzione chiamati link, sono un concetto fondamentale per comprendere l’architettura del web e come essa funzioni per le ricerche di ogni giorno sui motori di ricerca. Per spiegare cosa sono i link, dobbiamo tornare alle basi.

Nel 1989, Tim Berners-Lee, l’inventore del Web, ha parlato dei tre pilastri su cui si fonda il Web:

  1. URL: un sistema di indirizzi che tiene traccia dei documenti Web
  2. HTTP: un protocollo di trasferimento per trovare i documenti quando vengono forniti le loro URL
  3. HTML: un formato di documento che consente collegamenti ipertestuali incorporati

Come si può facilmente notare, tutto sul Web ruota attorno ai documenti e alle modalità per accedervi. Lo scopo originale della rete era fornire un modo semplice per raggiungere, leggere e navigare nei documenti di testo. Da allora, il Web si è evoluto per fornire accesso a immagini, video e dati binari, ma questi miglioramenti non hanno praticamente scalfito i tre pilastri che abbiamo prima menzionato.

Prima del Web, era abbastanza difficile accedere ai documenti e passare da uno all’altro. L’URL ha reso le cose più facili, poiché è possibile leggerla e trascriverla dall’essere umano, ma risulterebbe scomodo digitare un indirizzo web lungo, ogni volta che si desidera accedere a un documento. È qui che i collegamenti ipertestuali hanno rivoluzionato il modo di fruire del web da parte degli utenti. I link possono correlare qualsiasi stringa di testo con un URL, in modo da poter raggiungere immediatamente il documento di destinazione attivando il collegamento. Essi si distinguono dal testo circostante essendo, di solito, sottolineati e in testo blu. Con un click si accede comodamente ad un’ulteriore risorsa.

I collegamenti sono la svolta che ha reso il Web così utile e di successo.

Vediamo ora quali sono le tipologie di link più comuni e la loro importanza per la progettazione Web moderna.

– Immersione più profonda

Come abbiamo detto, un collegamento è una stringa di testo legata a un URL e utilizziamo i collegamenti per consentire un comodo passaggio da un documento all’altro. Detto questo, ci sono alcune sfumature che vale la pena considerare.

Tipologie di di collegamenti

• Link interno

Un collegamento tra due pagine Web, in cui entrambe appartengono allo stesso sito, è chiamato collegamento interno. Senza collegamenti interni, non esiste un sito Web (a meno che, ovviamente, non sia un one page site).

• Link esterno

Un collegamento dalla tua pagina web a un altro sito. Senza collegamenti esterni, non esiste il Web, poiché esso è una rete di pagine. Usa link esterni per fornire informazioni oltre al contenuto disponibile attraverso la tua pagina.

• Link in entrata

Un collegamento dalla pagina web di qualcun altro al proprio sito. È l’opposto di un collegamento esterno.

Quando si crea un sito web, bisogna concentrarsi primariamente sui link interni, poiché questi rendono il sito facilmente utilizzabile e fruibile. È consigliabile trovare un giusto equilibrio nel numero di collegamenti da utilizzare, di norma, ogni volta che su aggiunge una nuova pagina Web, bisogna assicurarsi che esista almeno un collegamento a quella nuova.

Quando si inizia a creare un sito non è fondamentale in prima battuta preoccuparsi tanto dei link esterni e in entrata, ma risulteranno molto importanti per fare in modo che i motori di ricerca vedano e trovino il sito.

Anchor Text

La maggior parte dei link collega insieme due pagine web. Gli anchor text legano insieme due sezioni di un documento. Quando si clicca su un collegamento che punta ad un anchor text, il browser salta a un’altra parte del documento corrente invece di caricare una nuova risorsa. Tuttavia, si creano e si utilizzano gli anchor text allo stesso modo degli altri collegamenti.

Link e motori di ricerca

Schema riassuntivo delle tipologie di linkI collegamenti sono importanti sia per gli utenti che per i motori di ricerca. Ogni volta che i motori di ricerca eseguono la scansione di una pagina web, indicizzano il sito seguendo i collegamenti disponibili all’interno della pagina stessa. I motori di ricerca non solo seguono i collegamenti per scoprire la struttura del sito, ma utilizzano anche il testo visibile del collegamento per determinare quali query di ricerca sono appropriate per raggiungere la pagina di destinazione.

I link influenzano la rapidità con cui un motore di ricerca si collegherà al sito. È difficile misurare e conoscere i parametri degli algoritmi dei motori di ricerca, ma le aziende vogliono naturalmente che i loro siti si posizionino in alto nei risultati di ricerca.

È possibile determinare come i motori di ricerca determinano il ranking di un sito da alcuni fattori:

• Il testo visibile di un collegamento influenza le query di ricerca per indirizzarle presso un determinato URL

Più link in entrata una pagina web può vantare, più in alto si posizionerà nei risultati di ricerca. I link esterni influenzano il ranking della ricerca sia delle pagine web di origine che di quelle di destinazione, ma non è chiaro quanto. La SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) è lo studio su come far sì che i siti web si posizionino in alto nei risultati di ricerca. Migliorare l’utilizzo dei collegamenti da parte di un sito è una tecnica SEO rilevante.

I vantaggi di utilizzare ottimizzare i link per posizionare un sito web

Dei tre tipi di link, quelli in entrata sono quelli con i maggiori vantaggi SEO, ma sono anche i più difficili da ottenere. Le pagine di alta qualità sono come gli amici a cui ti rivolgi per un consiglio: sono affidabili, credibili e hanno una sorta di autorità sull’argomento

Ogni volta che un creatore di contenuto collega la sua pagina ad un link esterno, lo fa per un motivo preciso. Perché il collegamento contiene informazioni che supportano o si basano sulle informazioni del proprio sito, oppure per confutare tesi con cui non è d’accordo.

Tuttavia, entrambi questi collegamenti sono utili per la pagina con cui viene stabilito il link, che il contenuto sia positivo o negativo, questo indica al motore di ricerca la presenza di un contenuto di qualità.

Se il contenuto di una pagina crea engagement, indica autorità, credibilità e affidabilità. Pertanto, i collegamenti nelle pagine sono come voti di fiducia, credibilità e autorità, più link ottiene una pagina, più voti ottiene, più migliora il suo posizionamento.

Google valuta anche la qualità dei collegamenti, a nessuno piace avere amici falsi

I link in entrata infatti possono essere creati facilmente sul web attraverso forum, commenti, wiki, utilizzo di social media, directory degli articoli, sito a domanda e risposta. Questi sono definiti: link artificiali ed hanno conseguenze negative per le pagine.

Per ottenere collegamenti positivi e naturali, un sito ha bisogno di contenuti di qualità che siano affidabili, credibili e autorevoli.

I link in entrata sono i più vantaggiosi perché il PageRank viene trasferito da altre pagine al proprio sito. Più link in entrata si ricevono, più questo parametro aumenta.

In quasi tutti i siti Web, la pagina con il maggior numero di collegamenti in entrata è la home page del sito. Ciò fa sì che le pagine che sono collegate molto lontano dalla home page si posizionino male. Poiché probabilmente non tutte le pagine di un sito riceveranno link in entrata, i collegamenti interni dovrebbero servire a due scopi:

• Aiutare gli utenti a navigare nelle diverse pagine del sito

• Aiutare i motori di ricerca a eseguire la scansione dell’intero sito con il minor numero di salti possibile da una pagina all’altra.

Le aree comuni in cui vengono creati i link interni

Schema riassuntivo del termine SEO• Navigazione normale del sito: collegamenti che di solito si trovano nel menu della headline, nel menu della barra laterale e nel footer presente in tutte le pagine.

• Pagine correlate: una sezione di una pagina che evidenzia altre pagine correlate all’argomento trattato. Quest’architettura è vantaggiosa per gli utenti, perché li aiuta a trovare le pagine che probabilmente stavano cercando

Sitemap utente: una mappa del sito è una singola pagina che si collega a tutte le altre pagine.

• Collegamenti nel contenuto: all’interno del contenuto di una pagina, è possibile aggiungere collegamenti alle parole all’interno di un paragrafo. Questa metodologia è sottovalutata da molti siti web, ma in altri casi può anche essere ottimizzata eccessivamente, avendo effetti negativi sulla SEO.

Link in Uscita

Nel corso degli anni, i professionisti SEO si sono evoluti nel modo in cui utilizzano i link in uscita. Fino a non molto tempo fa qualsiasi collegamento in uscita era l’equivalente di una perdita in termini di Page Rank.

I siti di buona qualità tendono a collegarsi a siti di buona qualità: fornire link è importante quanto ottenerli. I siti web affidabili mantengono uno standard di qualità dei contenuti nel tempo e anche la scelta di collegamento con altre risorse su internet è sempre molto ben ponderata.

Conclusioni: una corretta gestione dei link su internet

I link sono stati e sono una componente importante della SEO e sembra che saranno cosi importanti ancora negli anni a venire. Tuttavia, come molte altre cose nella SEO, il modo in cui è stata eseguita l’ottimizzazione in passato è molto diverso rispetto ad oggi.

I link in entrata forniscono il maggiore impatto poiché sono come voti di fiducia, credibilità e autorità che aiutano nel posizionamento, ma è importante che questi link in entrata siano collegamenti naturali e provengano da siti rilevanti e di alta qualità.

I link interni aiutano a distribuire il PageRank dai link in entrata ad altre pagine del sito per aiutare a migliorare il posizionamento su molte altre pagine. Inoltre, i link interni non riguardano solo i motori di ricerca, ma anche gli utenti.

I link in uscita dovrebbero essere usati solo in un modo che risultino naturale per l’utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.